martedì 16 settembre 2014

Tipi da Luiss, September edition

Nella vita tutto torna. Tornano gli amici, tornano gli ex, tornano i capelli colorati stile My Little Pony, tornano i pantaloni a zampa d'elefante, torna la polvere (anche se usi lo Swiffer) e tornano gli studenti da mamma Luiss. E come ogni anno, la fauna è più variegata che mai:

Il secchione
Quando stamattina, alle 8:25, incredibilmente in anticipo, sei entrato in classe, lui era già lì. Al primo banco. Con il quaderno aperto, la penna in mano, e gli evidenziatori messi in ordine di tonalità. Il libro e il codice li ha comprati mentre tu ancora ti prenotavi gli esami della sessione invernale. Voci di corridoio dicono che non abbia mai abbandonato Parenzo, dormendo  nascosto sotto un banco dell’aula studio con il Compendio di Procedura Civile come cuscino.

L’immigrato
L’ultimo ad andare via e il primo a tornare a Roma. Si prenota gli esami strategicamente per non dover restare nella terra d’origine per più di 2 giorni, 23 ore e 32 minuti. Meglio un esame in più a settembre, che un giorno in più a casa. Conosce le strade e i locali di Roma meglio di chi ci è nato. Prossimo obiettivo: cambiare residenza.

Il vacanziero (1)
Anche conosciuto come il latitante. L’hai visto l’ultima volta di sfuggita ad un esame, che già aveva la valigia pronta per  salire su un RyanAir a caso. Le uniche tracce della sua esistenza erano pochi post, taggati ogni settimana in una nuova parte del mondo. Sì, anche a Tuvalu. Ora che è tornato qui lo si vede ai tavolini al sole con cappello di paglia e infradito, nel disperato tentativo di ordinare un mojito e sentirsi ancora per un po’ a Mykonos.

Il vacanziero (2)
Ha finito la sessione il 12 Settembre, ma ha ben pensato di godersi comunque la SUA estate. Dal 15/09 al 22/09, a Ibiza. Al diavolo i corsi: l’unico Internazionale che gli interessa, è l’aereoporto dove sta per imbarcarsi.

Il fomentato
E’ arrivato a Roma poco meno di quarantotto ore fa, ancora con la valigia è andato a prendere un caffè con i coinquilini, poi al brunch con un’amica, all’aperitivo con i compagni di corso. Mentre disfaceva la valigia, si è organizzato per andare a ballare la sera stessa, quella successiva e quella dopo ancora. Ignora quando ha lezione, ma può dirti già tutti i continuativi e le serate universitarie di Roma, anche dei locali che non hanno ancora (ri)aperto.

Il super-organizzato
Chi ben comincia è a metà dell’opera è il suo motto.  Pianificatore seriale, ha già: - aggiornato la sua agenda e il calendario dell’iPad con tutti i principali eventi della vita universitaria; -calcolato matematicamente, con arrotondamento alla prima cifra decimale, quante pagine studiare al giorno per non restare indietro, -messo ansia a tutti gli altri 500 studenti del suo anno

Gli amici ritrovati
Il destino crudele li ha tenuti separati per i mesi estivi e ora devono recuperare raccontandosi tutto ciò che è successo –incluso quanti respiri hanno fatto – negli ultimi sessanta giorni. Le loro chiacchiere sono la colonna sonora di tutte le tue lezioni/pause caffè/aperitivi, tanto che a furia di parlare hanno sviluppato dei muscoli alla mascella che nemmeno i bicipiti di Mark Tyson- e causato un improvviso aumento nelle vendite di tappi per orecchie e cuffiette.

La matricola
(per una discussione più approfondita sulle matricole vedi qui) Il vero mistero è: perché sei qui? Hai ancora fino al 22 settembre per salvarti. PENSACI. Pensaci, finchè sei  in tempo.

Nessun commento:

Posta un commento