martedì 23 settembre 2014

10 consigli di sopravvivenza per matricole Luiss

Si sa che le matricole hanno sempre infiniti dubbi sulla loro vita universitaria. Così, se non fossero bastati tutti i consigli dei ragazzi più grandi, che, ieri mattina, hanno eroicamente sopportato le temperature tropicali di viale Romania e di via Parenzo solo per spirito di solidarietà con le prossime vittime generazioni Luiss, mi permetto di chiarirvi qualche dubbio anche io.


1.Quando vi dicono che i canali sono tutti uguali è vero: tutti ugualmente dannosi per la vostra salute mentale e/o fisica;

2. Gli orari cambiano ogni semestre, ma solo per diventare più complicati e assurdi: che so, un'ora il lunedì 18.00-19.00 e poi dodici ore di martedì 08.30 - 20.00 (Inglese incluso);

3. Tranquilli, la fila per le navette non è sempre così: quando siete in ritardo sarà molto, molto peggio;

4. Se pensate che i messaggi di Mamma Luiss siano una cosa ''figa'', ne riparliamo il 18 Agosto 2015;

5. Fate attenzione SEMPRE a come vi vestite: l'Outfit del Luissino vi sta guardando;

6. In realtà, le persone con cui legherete di più nei prossimi anni non sono i vostri compagni di corso, ma i baristi di piazza Istria;

7. Non fatevi prendere dal panico: gli esami NON ESISTONO fino a dicembre (se non più tardi);

8. In teoria la frequenza è obbligatoria alle lezioni, nella pratica la frequenza assidua alla Cabala (o Art, Chalet, Spazio, Shari, etc.) è ugualmente riconosciuta;

9. In amore, ad Ariccia e in guerra, tutto è concesso;

10. Non dimenticate il vostro numero di matricola: quelle sei cifre che stamattina a stento ricordate, significheranno molto di più tra qualche anno. Saranno amici giusti e lavatrici e amori sbagliati, serate ubriache e nottate insonni, assistenti stronzi e incredibili colpi di fortuna agli esami, professori esigenti e lezioni interminabili, discrete delusioni e soddisfazioni molto più grandi.
Come dicono negli USA, oggi è il primo giorno del resto delle vostre vite: datevi da fare!

Nessun commento:

Posta un commento