giovedì 12 dicembre 2013

Studenti sotto esame.

Nella lunga ed interminabile attesa, prima di essere interrogata dal prof. di Storia, ho avuto modo di osservare gli studenti che come me si apprestano a convincere il prof. che per loro Baldo degli Ubaldi non è solo una fermata della metro e Graziano non è imparentato con l'enoteca vicino Parenzo.

Anche in questo caso, i Luissini si possono raggruppare in infinite categorie, ecco le principali.

1. Studente Psycho. Sa tutto. Ma proprio tutto. Anzi casomai il professore avesse la malaugurata idea di citare un paragrafo del libro, lui riporterà anche la punteggiatura, correggendo eventualmente il malcapitato docente. Perché Psycho? Hai presente quella voce inquietante dietro di te che ad ogni domanda dá la risposta giusta in modo quasi ossessivo? È lui. Ah, ovviamente ha dato 2 esami a dicembre e il terzo l'ha rifiutato perché 30 gli abbassa la media.

2. Studente Titanic. Prima dell'esame ti sembra preparatissimo, prontissimo, tanto da farti sentire un povero idiota. Poi alla prima domanda, affonda miseramente.

3. Studente Rush. Come il buon James Hunt del film appena uscito, questo studente era quello indietro, che non teneva il passo degli altri. Peccato che poi non si sa come in 3 giorni abbia finito il libro, fatto gli approfondimenti e preso un voto alto.

4. Studente Cenerentola (alias "la rivelazione"). Di solito in questa categoria rientrano molti degli ansiosi: beh, alla fine il suo studio diligente ha portato i suoi frutti e tu impanicato sulla data della caduta dell'Impero Romano ti chiedi perché non hai fatto come lui. Tra l'altro mantiene un livello di umiltà tale che anche se prende 30 e tu 18 non puoi fare a meno di apprezzarlo.

5. Studente Match Point. Il concetto meglio fortunati che talentuosi lui l'ha preso alla lettera. Va all'esame completamente impreparato, e consapevole di ciò. Eppure questa consapevolezza è la sua forza. Tanto che riesce a passare l'esame, con i complimenti del professore.

6. Studente Pearl Harbour. Nel senso che come l'attacco dei kamikaze Giapponesi, si crede eroico ma in realtà è una tragedia, e non è nemmeno consapevole. Sentito con le mie orecchie: "No professore, sono preparato ma lei mi ha chiesto solo argomenti che non sapevo benissimo." (Preciso che tali argomenti corrispondenvano a tutto il libro). Indifendibile.

7. Studente Mamma ho perso l'aereo. No, non è studente particolarmente furbo. Si chiama così perché tutti tra assistenti e professori, sotto Natale, se lo vedono arrivare per l'ennesima volta all'appello. È una tradizione.

8. Studente Alice nel Paese delle Meraviglie. "Ma quindi da lá in mezzo chi è il professore?" "La Magna charta libertatum? Ma sicuro che era sul libro?" "No, aspetta ma io sapevo fino ai codici francesi." E potrei citare all'infinito.

9. Studente Mr.Bean . È l'insicurezza fatta persona. Conosce il libro e la materia meglio del professore ma chiede continuamente ai suoi vicini conferma di quello che sa o spiegazioni. E più tu cerchi di tranquillizzarlo, più si agita fino a quando qualcuno spazientito non decide di sedarlo/mandarlo a fanculo.

10. Studente Il Gladiatore. Lui non ha sostenuto un esame ma una battaglia epica. Lui è Massimo Decio Meridio, numero di matricola 123467 dell'a.a. 2013/14, studente della facoltà di Giurisprudenza, unico leale uditore del prof. a lezione. Sottoposto a domande impossibili (Chi è il P.d.R.?), stremato da intense sessioni di studio... avrà il suo voto... in questa vita o nell'altra. 

11. Studente Io speriamo che me la cavo. Vabbe, il nome è quantomai eloquente. (La mia categoria)

Nessun commento:

Posta un commento