martedì 17 dicembre 2013

Spotted!

Ieri con un'amica, parlavamo del lungo silenzio della pagina Spotted.
Saranno gli esami, il rientro, la terribile desolazione che ha colpito i corridoi e le aule studio e non della Luiss, ma sembra che il Silent Christmas sia già arrivato.

Personalmente, anche se non ci scriverei mai, adoro la pagina Spotted: ha qualcosa di Romanticismo 2.0, insomma io mi ci vedo proprio le migliori storie d'amore riedite in chiave segnalazione (e tra l'altro, una delle mie storie d'amore preferite è basata tutta su degli ''Spotted!").

Spotted#1: ''Alla brunetta mascherata al Gran Ballo dei Capuleti: Mettiti con me non sarò un figlio di Montecchi, affacciati al balcone, amore mio!"

Spotted#2: ''Al ragazzo biondo, Jack, conosciuto quest'estate in crociera: con te mi è sembrato di volare''

Spotted#3: '' Ad Angelica del corso C, ti ho vista una volta e mi sono innamorato... non vederti più mi rende Furioso''

Spotted#4: ''Ad Edward Cullen: siamo ad Inglese insieme e nonostante i tuoi modi freddi e sfuggenti mi hai davvero stregato''

Ovviamente, la mia visione romantica non tiene conto del fatto che a ''Spottarti'' non c'è solo il tipo timidino che in aula studio ti ha guardata adorante per due ore mentre con le occhiaie e il capelli modello mocho Vileda, ti impiastricciavi di evidenziatore verde fluo o la ragazza che se non fosse per il ''limite del buon costume'' ti salterebbe addosso.

Sì, perchè le persone che seguono una pagina spotted si possono dividere in 3 grandi categorie:

- il Romantico: lui/lei scrive perchè davvero si è innamorato della persona di cui parla. L'ha vista lì, a Parenzo, e nonostante fosse sommersa da codici e fotocopie, con più post-it che pagine da studiare, l'ha trovata semplicemente un'apparizione divina, e come dei moderni Petrarca tessono messaggi poetici, dove non manca anche un indizio per l'oggetto del loro desiderio, che prontamente avvisato dagli amici, potrà o fregarsene o maledire tre quattro santi per essere stato completamente ubriaco la sera a cui si fa riferimento;

- il Simpatico: loro su Spotted ci fanno gli scherzi, tipo scrivere all'amica '' A Caia Sempronia: sei la più bona del corso B, che ti farei!" oppure, al compagno tombeur de femmes: ''Al ragazzo che ieri era alcon la camicia e il papillon: da quando ti ho incontrato all'Art la mia vita è cambiata'', le vittime tra il dubbio dello scherzo e quello della dichiarazione, evitano di parlare e commentare se non con un quantomeno eloquente e significativo:''Ahahahahahhahahhaha'';

- il Nullafacente: sono quelli che come me, in quelle belle domeniche da coma, non hanno niente di meglio da fare che leggere i post, e sperare di taggare per primi un'amica e/o un conoscente, per poi passare i successivi tre giorni a cercare indizi tra virgole, spazi, modi di dire dialettali, album fotografici di qualsiasi evento citato per capire chi sia l'autore, arrivando anche a: ''Ma ti ricordi quel tizio che al Piper ti ha urtato col gomito? Beh, conta che comunque tra 3mila persone schiacciate come sardine, ha scelto di sbattere contro te, eh!"

E voi, che Spotters siete? Mai mandato uno Spotted?

P.S. Si accettano suggerimenti per i post :D

Nessun commento:

Posta un commento